Poesie di Capodanno: quali sono le più belle?

Sono tanti i poeti che hanno scelto di celebrare l’arrivo del nuovo anno con una poesia: ecco le più belle in occasione di Capodanno

Capodanno sta per arrivare e il modo migliore per celebrarlo è attraverso una poesia. Nel corso dei secoli sono tanti i poeti che hanno deciso di raccontare questo periodo particolare dell’anno, usando parole e frasi che sono rimaste nella Storia.

Quali sono le poesie più belle di Capodanno? Nella notte fra il 31 dicembre e il 1 gennaio non passa solo un giorno, ma vediamo svanire un anno intero, fatto di avvenimenti importanti, belli e brutti, che hanno in qualche modo segnato la nostra vita.

 

Si tratta di una sorta di rito di passaggio, che si può raccontare alla perfezione grazie ad una poesia. Come accade per il Natale, anche in questo caso c’è solamente l’imbarazzo della scelta fra tantissimi componimenti in grado di raccontare la magia che si respira con l’arrivo dell’anno nuovo.  

 

Le poesie sono perfette per celebrare il Capodanno, molto più delle semplici (e spesso scontate) frasi augurali. I poeti infatti sono in grado di interpretare in modo perfetto lo spirito della fine dell’anno, entrando nelle pieghe della nostra anima.

 

Per salutare l’anno vecchio potete scegliere, ad esempio, “Fine d’anno” di Jorge Luis Borges, poeta che ha cercato di raccontare in modo originale e unico il vero significato di questa importante data. La poesia fa parte della raccolta del 1923 “Fervore di Buenos Aires”.

 

“Fine del ’68” è invece il titolo della celebre poesia di Eugenio Montale, grande poeta, ma soprattutto premio Nobel per la letteratura nel 1975. Nel componimento racconta l’anno nuovo contemplando “dalla luna, o quasi”, lo fa anche in “Il Primo Gennaio”, un componimento profondo e bellissimo.

 

Tra le poesie dedicate al Capodanno troviamo poi “Augurio di Capodanno” di Diego Valeri, che si ispira alla Natura per raccontare la fine dell’anno, “Capo d’Anno” di Vittorio Sereni e “Filastrocca di Capodanno” di Gianni Rodari. Troviamo poi “Augurio per l’anno nuovo all’amata” di Andrej Voznesenskij, “I tempo migliore” di Anna Rita Armati, “Propositi d’amore per l’anno nuovo” di Anonimo Tzigano, “L’anno nuovo se ne va” di Arpalice Cuman Pertile, “Prontuario per il brindisi di Capodanno” di Erri De Luca, e “Ode al primo giorno dell’anno” di Pablo Neruda.

Cerca

Chi sono

Sono nato e vivo nelle Marche, una regione dove le montagne, le colline e il mare cullano i mieii sogni, parlano al mio animo e ritornano con accenni e ricordi nei miei scritti. Il mio amore per la poesia è iniziato tra i banchi di scuola e si è rinnovato sempre con intensità. Ho iniziato a scrivere poesie nel 2000 ed ancora oggi coltivo questa passione. Una ricerca costante, un viaggio nel cuore dell’uomo.

Questo sito utilizza Cookie tecnici per la corretta visualizzazione e funzionamento del sito e per migliorare l'esperienza di navigazione; utilizza cookies di terze parti solo per analisi statistica anonima di navigazione. Questo sito non raccoglie dati personali o dati anagrafici in nessuna sua pagina. accettando di proseguire accetti anche l'utilizzo dei cookies. Per saperne di più e per prendere visione dell’informativa dettagliata, l’Utente può consultare la nostra cookie policy