Amore e Psiche la leggenda che ha ispirato le più belle poesie d'amore

Quella di Amore e Psiche è la leggenda che ha ispirato le più belle poesie d’amore. Nel corso dei secoli i poeti si sono lasciati attrarre da questa storia tragica e passionale, realizzando componimenti che sono rimasti nel cuore di tanti.  

Le origini di questo mito romantico si perdono nei secoli. La storia venne narrata per la prima volta da Apuleio, che lo inserì in Le Metamorfosi, la sua opera più famosa. Secondo gli studiosi però fa parte di una tradizione antecedente ed è stata tramandata oralmente nel corso dei secoli.

I protagonisti della leggenda sono Amore e Psiche, il primo è Cupido, il figlio di Venere, mentre la seconda è una principessa bellissima. La Dea della bellezza, invidiosa del fascino di Psiche, chiese ad Amore di scoccare una delle sue frecce su di lei e di farla innamorare di un uomo bruttissimo. Quando Cupido giunse davanti alla fanciulla però rimase incantato dalla sua grazia, così tanto che se ne innamorò.

Per amare quella donna, Amore decise di nasconderla alla madre e di portarla in un palazzo, nascondendo la sua identità. Ogni sera, quando calavano le tenebre, si recava da lei e i due vivevano la loro passione senza però vedersi mai in faccia. Una notte Psiche, curiosa, illuminò il volto dell’amato con una lampada ad olio, lui si svegliò e, spaventato, fuggì via.

Dopo aver scoperto cosa era accaduto, Venere scatenò la sua ira su Psiche, sottoponendola a delle prove difficilissime. La giovane, anche grazie all’aiuto di alcune forze soprannaturali, riuscì a superarle brillantemente. Nell’ultima però a tradirla, ancora una volta, fu la sua curiosità. Scesa negli Inferi per avere un po’ della bellezza della dea Proserpina, Psiche aprì l’ampolla che le aveva dato e cadde in un sonno profondo.

Nel frattempo Amore, che sentiva la mancanza della sua amata, decise di andarla a cercare. Dopo averla trovata la risvegliò e decise di portarla con lei nell’Olimpo. Qui Psiche, grazie all’intervento di Giove, bevve dell’ambrosia, diventando una dea. La leggenda si chiude con un lieto fine: Amore e Psiche coronano il loro sogno d’amore e si sposano. Poco dopo nasce la loro figlia: Voluttà.

 

 

Cerca

Chi sono

Sono nato e vivo nelle Marche, una regione dove le montagne, le colline e il mare cullano i mieii sogni, parlano al mio animo e ritornano con accenni e ricordi nei miei scritti. Il mio amore per la poesia è iniziato tra i banchi di scuola e si è rinnovato sempre con intensità. Ho iniziato a scrivere poesie nel 2000 ed ancora oggi coltivo questa passione. Una ricerca costante, un viaggio nel cuore dell’uomo.

Questo sito utilizza Cookie tecnici per la corretta visualizzazione e funzionamento del sito e per migliorare l'esperienza di navigazione; utilizza cookies di terze parti solo per analisi statistica anonima di navigazione. Questo sito non raccoglie dati personali o dati anagrafici in nessuna sua pagina. accenttando di proseguire accetti anche l'utilizzo dei cookies. Per saperne di più e per prendere visione dell’informativa dettagliata, l’Utente può consultare la nostra cookie policy